Tradizioni ad Ozieri: Zafferano

Home | Costumi e tradizioni | Tradizioni | Sassari | Ozieri | Tradizioni ad Ozieri: Zafferano
 

Elenco Comuni della provincia di Sassari
Alghero
Anela
Ardara
Banari
Benetutti
Bessude
Bonnanaro
Bono
Bonorva
Borutta
Bottidda
Bultei
Bulzi
Burgos
Cargeghe
Castelsardo
Cheremule
Chiaramonti
Codrongianos
Cossoine
Erula
Esporlatu
Florinas
Giave
Illorai
Ittireddu
Ittiri
Laerru
Mara
Martis
Monteleone Rocca Doria
Mores
Muros
Nughedu San Nicolo'
Nule
Nulvi
Olmedo
Osilo
Ossi
Ozieri
Padria
Pattada
Perfugas
Ploaghe
Porto Torres
Pozzomaggiore
Putifigari
Romana
Santa Maria Coghinas
Sassari
Sedini
Semestene
Sennori
Siligo
Sorso
Stintino
Tergu
Thiesi
Tissi
Torralba
Tula
Uri
Usini
Valledoria
Viddalba
Villanova Monteleone
CagliariCarbonia - IglesiasMedio CampidanoNuoro
OgliastraOlbia - TempioOristanoSassari
 
Tradizioni ad Ozieri: Zafferano

Antonella Dessena è produttrice e grande estimatrice del prodotto

Lo zafferano (Crocus sativus), appartenente alla famiglia delle Iridacee e noto da millenni nelle zone del Mediterraneo e in Asia, sembrerebbe originario delle aree montane esistenti tra l'Iran e l'Afghanistan; lo si trova citato già in papiri egizi e ha percorso la storia dei popoli di Oriente e Occidente. Il termine zafferano, che indica la polvere ottenuta dagli stimmi dei fiori essiccati, è di derivazione araba: infatti zaafaran deriverebbe da asfar che significa "colore giallo". Nelle lingue europee la pianta è indicata con safran in francese, saffron in inglese, azasfran in spagnolo, safra in catalano, nome che si ritrova in documenti ritrovati in Sardegna dal 1500 in poi. Ed è proprio che tra il 1400 e il 1500 che gli Spagnoli consacrarono l'uso della droga in tutta l'Europa mediterranea facendogli assumere identità di spezia utilizzata da erboristi e speziali, colorante e aromatizzante per cibi. La Sardegna è la regione d'Italia che primeggia nella coltivazione dello zafferano, seguita da Abruzzo e Emilia Romagna, trovando la sua più ampia area di produzione nella provincia di Cagliari (S. Gavino Monreale, Turri, Villanovafranca). Ma esso è diffuso anche in altri piccoli comuni della regione su piccole superfici. A Ozieri, secondo ricerche effettuate dalla sig.ra Antonella Dessena, produttrice e grande estimatrice del prodotto, la tradizione dello zafferano inizia attorno agli anni '30, quando venne importato in città per essere utilizzato per la produzione di dolci. Altra ipotesi parla di una nobile donna che dopo la raccolta, trasportava lo zafferano a Cagliari per scambiarlo con altri prodotti di prima necessità. Un'antica presenza, dunque, quella di questa bella piantina a Ozieri, di ottima qualità e ampiamente apprezzata per la sua adattabilità, sia climatica che di terreno, e facilità di produzione. Lo zafferano è la spezia più costosa in assoluto (un kg. di stimmi pari a 1.500 € ca.), poichè essa si ottiene dalla raccolta (in periodo autunnale) manuale degli stimmi filiformi del fiore che sono leggerissimi: ne occorrono infatti oltre ventimila per produrre solo 125 gr. di prodotto! Lo zafferano contiene una moltitudine diprincipi attivi: olio, olio essenziale, un glucoside denominato picrocrocina, safranina (responsabile dell'aroma), crocina, glucoside carotenoide (responsabile della colorazione gialla) e infine vitamine B1, B2 e riboflavina.

Usi consigliati
- Salute: calma dolori di stomaco, tosse, dentizione, disinfiamma gli occhi arrossati, disturbi urinari, dolori reumatici e artitrici, dolori mestruali, ecchimosi, escoriazioni, favorisce la digestione, allevia gengive irritate e dolenti, purifica il sangue, riduce febbre e crampi, allevia scottature, stimola l'energia sessuale, tonifica il sistema nervoso, antiossidante, base per imedi omeopatici.
- Bellezza: cellulite, depura pelle del viso, base per massaggi rilassanti e tonificanti, pediluvi, per dare riflessi dorati e ramati ai capelli, profumo.
- Cucina: risotti, minestre, sughi, condimenti per carne e pesce, biscotti e dolci cotti nel forno, liquori
- Colorante naturale: per candele, per tingere la lana o per colorare la pasta di sale, e un pizzico disciolto in acqua calda aggiunto alla farina per i gnocchi darà loro un bel colore giallo dorato.

 
CagliariCarbonia - IglesiasMedio CampidanoOgliastraOristanoNuoroOlbia - TempioSassari
 
 
 
-brindisi
 
-torino
 
-modena
 
 
Tradizioni ad Ozieri: Zafferano
camping, campeggi sardegna, isola sarda, turismo sardo
Tradizioni ad Ozieri: Zafferano: Guida ai camping della Sardegna

esecuzione in 0,093 sec.